Esami del Sangue
Condizioni ideali:
Se possibile, eseguire il prelievo al mattino. Eseguire il prelievo a digiuno dopo 12 ore dal pasto.
È necessario evitare qualsiasi esercizio fisico intenso nei giorni immediatamente precedenti il prelievo.
Eseguire il prelievo prima di altre procedure diagnostiche o terapeutiche che possono interferire con i risultati degli esami.
Nell’eseguire il monitoraggio terapeutico di un farmaco, identificare il momento corretto del prelievo rispetto al picco di concentrazione dopo la somministrazione e alla “valle” prima della somministrazione successiva.

Esame delle urine completo
Per l’esame completo portare un campione delle prime urine del mattino, salvo diversa indicazione del medico curante. Il campione va raccolto scartando il primo getto. È preferibile utilizzare appositi contenitori monouso in vendita presso le farmacie, oppure forniti direttamente dal laboratorio. Il campione di urina, se non portato da casa, può essere raccolto, utilizzando contenitori forniti dal personale dell’accettazione, presso i servizi igienici adiacenti alla sala di attesa del laboratorio di analisi.

Urino Coltura
L’urina va raccolta in un contenitore sterile che potrà essere ritirato presso il laboratorio o acquistato in farmacia. È consigliabile effettuare la prova con la prima urina del mattino, seguendo questo procedimento: a) sciacquare accuratamente gli organi genitali; b) scartare il primo getto di urina, che serve a pulire l’ultimo tratto delle vie urinarie; c) raccogliere l’urina seguente direttamente nel contenitore facendo attenzione a non toccarlo nelle parti interne; d) scartare l’ultimo getto di urina; e) richiudere il contenitore e portarlo subito al laboratorio. Terapie antibiotiche o chemioterapiche possono interferire sull’esito dell’esame.

Esame citologico delle urine
L’esame viene eseguito su 3 campioni raccolti in tre giorni consecutivi in un contenitore apposito con fissativo da ritirare presso il nostro laboratorio prima dell’esame.
Il paziente deve raccogliere le seconde urine del mattino seguendo questo procedimento:
- Lavare e asciugare accuratamente i genitali; b) Scartare il primo getto di urina;
- Raccogliere l’urina seguente direttamente nel contenitore  contenente il fissativo;
- Scrivere sul contenitore nome, cognome e data di prelievo del campione;
- Conservare il campione a temperatura ambiente e consegnare al laboratorio.

Raccolta delle urine delle 24 ore
Si devono osservare le seguenti precauzioni: a) eliminare l’urina della prima minzione del primo giorno; b) raccogliere tutta l’urina emessa durante la giornata, comprese quelle della notte e quella della prima minzione del secondo giorno. L’urina va raccolta in appositi contenitori di plastica in vendita presso le farmacie, oppure forniti dal laboratorio. In alternativa, per non sobbarcarsi del trasporto di contenitori voluminosi si può, dopo aver mescolato bene le urine raccolte, riempire una provetta, riportando chiaramente il periodo di raccolta e la quantità (es. 1.2 litri/24 ore). In caso di raccolta delle 24 ore, è consigliabile comunque rivolgersi previamente al personale del laboratorio che provvederà a fornire le indicazioni necessarie per particolari determinazioni. La raccolta eseguita per indagare le clearance richiede anche le informazioni relative al peso e all'altezza, che vanno comunicati al momento dell'accettazione.

Esame delle feci completo e/o coprocultura
Le feci vanno raccolte in appositi contenitori forniti dal laboratorio o in vendita presso le farmacie. È consigliabile raccogliere un campione del primo mattino, ma qualora questo non fosse possibile possono essere consegnate le feci del giorno prima, conservate in frigorifero in modo opportuno.
Ricerca del sangue occulto nelle feci
Le feci vanno raccolte con l’apposito contenitore sterile fornito dal laboratorio o in vendita presso le farmacie. Non è necessario seguire una dieta priva di carne. Conservare il campione a 2-8° C.

Tampone faringeo
Si richiede al paziente di aprire bene la bocca. Premere la lingua delicatamente con un abbassalingua e, dopo aver introdotto un tampone nella parte posteriore della faringe, lo si strofina avanti e indietro sulla mucosa dietro l’ugola e tra i pilastri tonsillari.
Il materiale deve essere conservato a 2-8°C in terreno di trasporto.
Il soggetto non deve assumere antibiotici da almeno 5 giorni

Tampone uretrale
Il prelievo deve essere effettuato con tamponi di piccolo calibro intoducendo il tampone all’interno del canale uretrale ruotandolo per alcuni secondi.
Il materiale deve essere conservato a 2-8°C in terreno di trasporto.
Il soggetto non deve assumere antibiotici da almeno 5 giorni.

Tampone vaginale
La paziente deve astenersi da rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l’esame e non essere in periodo mestruale.
Il prelievo va eseguito mediante tamponi sterili dal fornice posteriore vaginale.
Il materiale biologico deve essere conservato a 2-8°C a secco, se eseguito presso il punto prelievo, o in terreno di trasporto.
Il soggetto non deve assumere antibiotici da almeno 5 giorni.

Tampone per Chlamydia
Procedere come per tampone vaginale utilizzando un tampone a secco, senza terreno di trasporto. Il tampone deve essere dedicato all’esecuzione di  questo singolo esame.
Conservare il campione a 2-8°C o temperatura ambiente.

Tampone per ricerca Micoplasmi urogenitali
Procedere come per tampone vaginale/uretrale utilizzando un tampone con terreno di trasporto. Il tampone deve essere dedicato all’esecuzione di  questo singolo esame.
Conservare il campione a 2-8°C o temperatura ambiente.

Liquido seminale
Il paziente deve astenersi da rapporti sessuali 3-4 giorni precedenti l’esame e aver cessato terapie antibiotiche da almeno una settimana.
La raccolta del liquido seminale deve avvenire direttamente in un contenitore sterile e consegnato al laboratorio entro 30 minuti.